CULTURA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

30291Pescasseroli

Il Premio Croce punta su studenti e cultura con “Libriamoci” e organizza 3 eventi



Documento senza titolo

Nella seconda metà del mese di novembre si tiene una manifestazione nazionale che si chiama "Libriamoci", promossa dal Cepell (Centro per il libro e la lettura) del Mibact. Il Premio Croce ha dato la sua adesione diventando "Partner istituzionale della manifestazione". Insieme ad altre realtà abruzzesi, comparirà sul sito istituzionale del Cepell (alla voce Exlibris). Nell'ambito di questo evento nazionale si terranno tre eventi "in remoto", promossi dalle scuole che aderiscono al Premio. Si tratta di presentazione e lettura di libri. Si comincia il 20 Novembre, alle 11, a Lanciano, organizzato dalla Scuola "De Titta Fermi", diretta dalla preside Daniela Rollo presentazione e lettura del volume "La sinistra italiana e gli ebrei", di Alessandra Tarquini, docente della Università La Sapienza. Partecipano altre due scuole di Lanciano Lo scientifico Galilei e il Classico Vittorio Emanuele II. Altro appuntamento il 24 Novembre, alle 11, coordinato dall'Istituto Patini Liberatore di Castel di Sangro e dalla preside Cinzia D'Altorio, presentazione e lettura del volume "Il sentimento della lingua" del linguista e accademico dei Lincei, Luca Serianni. Partecipano le scuole di Castel di Sangro (Patini Liberatore), di Vasto (Mattioli), di Casoli (Algeri Marino) e di Candela (Giannone Masi). Ultimo appuntamento Giovedì 26 Novembre, alle 10,30, ad Avezzano, presentazione del volume "Demofollia", di Michele Ainis. Partecipano le scuole, tutte, di Avezzano: Galilei, che coordinerà la giornata, diretta dalla preside Annamaria Fracassi, Vitruvio Pollione, Croce, Majorana, Serpieri e Torlonia. “Crediamo che, in un momento in cui la scuola torna "a distanza"” spiegano i promotori “possa essere un evento importante. Ci sembra il segno positivo di una vita che continua”.

postato il 18/11/2020 alle ore 22:24

Share
Ci sono 2658 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo