CULTURA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

26045Castel di Sangro

Mauro Petrarca il poeta cimiteriale che canta la morte con ironia



Documento senza titolo

Si definisce “cantautore e poeta cimiteriale” e ha scelto, non a caso, il 31 ottobre per far approdare in libreria (e su Amazon) il suo secondo libro di poesie dal titolo “50 rime di morte (per ridere ma non troppo)”. Mauro Petrarca, è di Castel di Sangro e artisticamente gira l’Italia per serate letterarie fuori dal comune. “Sono un cantautore-poeta cimiteriale” racconta “Ovvero tratto il tema della morte nei miei componimenti ma sempre utilizzando una forte ironia”.
E le sue di poesie, l’ultimo lavoro è pubblicato da Cenacolo di Ares (prefazione di Max Manfredi) sono brevi, lapidarie, ironiche e, a chiudere il libercolo fresco di pubblicazione troviamo un un racconto giovanile inedito di genere splatter (storia di musica maledetta e di un esercito di zombi). Nel 2013 Petrarca ha pubblicato il primo libercolo di poesie e l'ha presentato nel programma Rai di Giancarlo Magalli, poi ha partecipato alla prima edizione Rai del talent show X Factor. A novembre sarà impegnato in un tour promozionale tra Abruzzo e Molise. Venerdì 23 novembre sarà nel Taproom del Birrificio abruzzese di Castel di Sangro, sabato 24 novembre al Circolo Culturale Beatnik di Campobasso e domenica 25 novembre al Route 666 di Popoli.


postato il 30/10/2018 alle ore 22:44

Share
Ci sono 2428 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo