CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

30598Pescara

Covid-19, caos tra gli ultra 80enni per la vaccinazione

Cgil, Cisl e Uil denunciano scarsa informazione e chiedono un incontro all’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì. I sindacalisti: “I nostri numeri telefonici presi d’assalto”

Documento senza titolo

Mettere in atto una programmazione rigorosa ed una organizzazione sanitaria che sia in grado di contattare tutti i cittadini abruzzesi, che preveda adeguati punti vaccinali e personale sanitario a sufficienza da reclutare con nuove assunzioni. È questa la richiesta di Cgil, Cisl e Uil alla Regione per rendere più efficiente ed efficace la vaccinazione anti-Covid-19 in Abruzzo.
“Il fallimento ed il caos generato dalla vaccinazione antinfluenzale in Abruzzo” spiegano i sindacalisti “dovrebbero far capire quanto sia basilare impostare un piano rigoroso per le vaccinazioni anti-Covid. Si devono dare obiettivi numerici di vaccinazione, tempistiche certe, inviare gli avvisi ai singoli cittadini, stabilire come trattare le persone che sono impossibilitate a recarsi ad un centro vaccinazioni. Di certo si tratta di un percorso inedito che presuppone una complessa catena logistica e di comando di cui al momento, in Abruzzo, nulla è dato sapere ma dobbiamo essere consapevoli che la tragedia del Covid può essere arginata solo se tutto viene organizzato in modo chiaro e rigoroso con una puntuale informazione alle istituzioni (Comuni, ASL), ai professionisti (Medici di Medicina Generale), alle associazioni di rappresentanza (sindacati, associazioni, terzo settore), ai cittadini”. Non mancano poi riferimenti all’apertura della piattaforma informatica regionale per l’adesione alla campagna vaccinale caratterizzata, secondo Cgil, Cisl e Uil, “da una informazione poco articolata che ha creato allarmismi tra la popolazione ultra ottantenne preoccupata di non potersi vedere somministrato il vaccino qualora non avesse prontamente inserito la sua adesione sul sito internet regionale”. Centinaia di pensionati hanno contattato le sedi del sindacato per chiedere informazioni che non riuscivano ad ottenere attraverso i numeri di telefono ed i siti istituzionali. I sindacati hanno chiesto di avere un confronto di merito continuo con l’assessore Verì affinché la campagna vaccinale possa avere successo e si sciolgano i nodi ancora irrisolti che potrebbero minarne l’efficacia.


postato il 21/1/2021 alle ore 13:40

Share
Ci sono 16537 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo