CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

30248Pescara

L’Abruzzo punta sulle 2 ruote per far ripartire il turismo



Documento senza titolo

Una stagione turistica inconsueta in un anno surreale e per la prima volta in Italia l’attività sportiva diventa la principale motivazione di viaggio: la scorsa estate oltre il 30% dei vacanzieri ha optato per un turismo attivo, e tra di essi il 32% ha scelto la bicicletta, il 39% il trekking. È quanto emerso dal Bike Summit 2020, tenutosi nei giorni scorsi presso la Camera di Commercio Chieti Pescara, dove è stato riletto alla luce dei dati dell'estate 2020 il secondo rapporto Isnart-Legambiente sul cicloturismo, già presentato a Roma lo scorso 8 maggio. Grazie al turismo sportivo favorito dalla ricerca di benessere e dai limiti imposti dalla pandemia, il peso relativo di alcune località di vacanza è sensibilmente mutato: Abruzzo, Molise e Umbria, in virtù delle loro politiche di integrità ambientale hanno notevolmente rafforzato la propria capacità di attrazione. Il cicloturismo, in particolare, si è rivelato un candidato d’eccellenza alle esigenze di “nuova normalità” per il superamento dell’emergenza coronavirus.
L’Abruzzo, che si era aggiudicato l'Oscar per il Cicloturismo 2020 col progetto della ciclovia Bike to Coast, ha visto crescere durante l’estate la sua quota di mercato dal 2,6% del 2019 al 5,5%. Il numero di turisti nella regione è più che raddoppiato, dai 640mila arrivi dell’estate 2019 a 1,5 milioni del 2020. Il 9% delle imprese italiane ricettive nel periodo estivo ha dichiarato un legame specifico con il cicloturismo, che per l’Abruzzo è salito all’11,5%, un risultato definito sorprendente, attestandosi come regione italiana col miglior rapporto tra spesa cicloturistica potenziale ed attuale. Merito anche di progetti pilota, quali Trabocchi Mob, e di una infrastrutturazione dell'accoglienza turistica sviluppata negli ultimi anni (in particolare, la Ciclovia Adriatica), che per quanto necessiti di un più vasto corredo di servizi (noleggi, guide specializzate, ecc.) ha mostrato già un ritorno degli investimenti.
Affinché questo processo si consolidi e produca uno stabile aumento di reddito, è necessario meglio qualificare l’offerta e allargare la stagione anche alla primavera e all’autunno: la Camera di Commercio di Chieti-Pescara con gli altri partner territoriali sta lavorando su scale diverse per cogliere efficacemente questa opportunità. Per la prossima primavera, è previsto "Art Bike & Run", un evento che si annuncia periodico, per contribuire ad accreditare l'Abruzzo come regione bike friendly, con l'obiettivo specifico di lanciare il territorio ciclabile della Costa dei Trabocchi. Il bonus mobilità, che nei giorni scorsi ha distribuito 215 milioni di euro in sole 24 ore a 600.000 beneficiari, favorirà la mobilità a pedali nel paese e estenderà l'impatto positivo su un segmento del comparto turistico già altamente qualificante per il Paese sotto i profili dell’attenzione alla sostenibilità, di grande interesse per i flussi internazionali e oggi miglior interprete delle esigenze di sicurezza, salute, distanziamento, corto raggio, dunque una interessante risposta alla crisi turistica innescata dalla pandemia, con prospettive tuttavia indipendenti dalla pandemia stessa, rivelatasi, come per altri ambiti, un acceleratore di tendenza. (m.d.m.)


postato il 9/11/2020 alle ore 1:05

Share
Ci sono 18060 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo