CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

20693Sulmona

Inaugurata la statua, "Ratzinger" bissa il flop

Poca gente al taglio del nastro della statua a Benedetto XVI. Il sindaco Casini chiede alla Curia collaborazione per risolvere il problema della logistica nelle scuole

Documento senza titolo

Se la visita di Papa Ratzinger a Sulmona il 4 luglio del 2010 non fu proprio quello che si definisce un successo, l’inaugurazione della statua dedicata a quella visita, questa mattina, non è stata certo riparatrice. Nonostante il divieto di celebrare messe in tutta la città imposto dal vescovo Angelo Spina dalle 10 alle 11, infatti, al taglio del nastro questa mattina c’era una manciata di persone: poco più di cento (compresi gli ospiti di Burghausen), togliendo le autorità civili e religiose e i figuranti della Giostra.
Non è stata solo l’operazione della statua, preceduta da dure polemiche, a non appassionare la gente, ma anche il malcontento delle mamme per la lentezza e l’ambiguità con cui la Curia diocesana sta rispondendo all’emergenza di spazi per ospitare le scuole, con gli oratori che restano ancora off limits per “motivi burocratici” e i bambini degli asili sulmonesi a casa. Il sindaco Annamaria Casini non a caso dal palco ha invocato la coesione e la collaborazione, “sicura che la Curia si spenderà rapidamente per aiutare a risolvere il problema”.
L’appello-provocazione, però, non è stato raccolto dal vescovo Spina che “nel giorno storico”, come lo ha definito Mimmo Taglieri, era molto più occupato a fare gli onori di casa per l’ospite di eccellenza, il prefetto di Papa Ratzinger Georg Gänswein.
Poi tutti alla rotonda dietro l’abside della cattedrale per togliere il velo alla statua di bronzo, lì dove, secondo Spina, Celestino guarì una donna. Il collegamento tra Benedetto XVI e Celestino V, torna più volte nei discorsi degli oratori: per la rinuncia al Soglio Pontificio e il rapporto con Sulmona. C’è anzi chi, come il sindaco di Burghausen Hans Steindl, chiama già Ratzinger “Papa San Benedetto”. In fondo il Pontefice emerito un piccolo “miracolo” può già vantarlo: avere una statua a lui intitolata prima di essere morto.


postato il 2/10/2016 alle ore 12:32

Share
Ci sono 14045 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo