Chi viene

35

Un faro nel palazzo di giustizia




Gabriele Tedeschi, avvocato, pratolano di 51 anni, è stato rieletto Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Sulmona con una maggioranza bulgara (o quasi). 164 voti su oltre 180 votanti è un risultato di grande rilievo, in un mondo volubile, ma anche “militante” come quello forense sulmonese. Con lui, è stato riconfermato tutto il Consiglio dell’Ordine uscente. Un mandato preciso per Tedeschi: difendere con le unghie e con i denti il Tribunale di Sulmona e della Pretura di Castel di Sangro. Si tratta di un problema per la soluzione del quale il Presidente si è adoperato tantissimo, tessendo con pazienza una tela che assomigliava a quella di Penelope. Viaggi a Roma, incontri con il Ministro di turno, assicurazioni provvisorie, necessità di vigilare perché nulla era mai chiaro e definitivo. Poi, immancabilmente, il Ministro cambiava idea e bisognava rincominciare da capo, perché tra le prime dichiarazioni di ogni nuovo Guardasigilli c’era, immancabile, quella della necessità di ridurre i costi tagliando i “rami secchi”. L’ultima è proprio di queste ore, con le dimissioni di Mastella, che ha allarmato di nuovo l’entourage di Piazza Capograssi. Ma Tedeschi non si perde d’animo e rincomincerà il lavoro, con pazienza, da dove l’aveva lasciato. D’altronde è sempre stato così, fin da giovane. Se qualcuno si chiede perché una persona che riscuote tanto consenso in un mondo difficile come quello forense non scende in politica, noi rispondiamo che Gabriele Tedeschi in politica c’è già stato. Giovane segretario, all’inizio degli anni ‘80, della sezione pratolana del PCI, resta ancora oggi il candidato più votato al Consiglio comunale (795 voti nel 1984). All’inizio degli anni ‘90 fu vice sindaco del paese, quando il Sindaco fu il democristiano Rocco Rossi. Una Grosse Koalition ante litteram che varò, a Pratola, alcune operazioni urbanistiche (Pietrafitta!) che oggi rappresentano uno dei quartieri più nuovi del paese. è stato anche candidato, nel 1992, alla Camera dei Deputati, nella lista regionale, per la prima volta votata con la preferenza unica. Fu un lusinghiero risultato. Poi ha dedicato tutto alla professione, con quell’”andamento lento” che è la sua caratteristica fondamentale e che lo rende affidabile ai colleghi di tutta la Regione. In un momento nel quale la Valle Peligna non ha rappresentanti nel Palazzo, Tedeschi, silenziosamente, resta una delle poche certezze del territorio. grizzly

postato il 26/01/2008

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 311 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 3891 letture