CRONACA

19358Sulmona

Studente morto: ad ucciderlo è stato un malore

Colpo di scena nella vicenda dello studente morto all'Istituto Alberghiero di Roccaraso: dall'autopsia nessun trauma letale

Documento senza titolo


Non è stata la caduta, ma un malore ad uccidere Christian Lombardozzi, il diciassettenne di Roccacinquemiglia morto l’altro giorno mentre si trovava a scuola, l’Istituto Alberghiero di Roccaraso.
A chiarire e ribaltare completamente la diagnosi è stata l’autopsia eseguita oggi dall’anatomopatologo Ildo Polidoro che ha verificato come sul corpo del ragazzo non vi siano traumi che possano far pensare ad una morte violenta. Non la rottura dell’osso del collo, né una botta in testa, insomma, più banalmente un possibile attacco cardiaco le cui cause sono ora da approfondire con gli esami istologici disposti dalla procura.
Tutto questo mentre sono ancora in corso le verifiche degli ispettori del lavoro nella sede della scuola, per verificare il rispetto delle norme di sicurezza.
E’ probabile a questo punto che i tre indagati per omicidio colposo, il professore Dino Di Meo, la preside Maria Paola De Angelis e il responsabile della società addetta alla sicurezza Michele Verratti, vengano scagionati dai magistrati.
Christian Lombardozzi era morto l’altro giorno in classe mentre si dondolava sulla sedia durante la lezione: da subito si era pensato che il suo decesso fosse legato alla forte botta avuta dopo l’impatto con il muro, così, ha dimostrato oggi l’autopsia, invece, non è stato


postato il 15/2/2016 alle ore 15:52

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 18060 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 14931 letture