POLITICA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

30234Sulmona

Il Pd all’attacco di Gerosolimo e dei “fedelissimi”, il sindaco Casini si difende



Documento senza titolo

Il Pd va alla carica e attacca l’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo, il sindaco Anna Casini e i fedelissimi di Gerosolimo. “Ricordiamo all’ex assessore 35 delibere che in Regione, a declassificare l’ospedale peligno con il plauso della sua prima cittadina” attacca il circolo cittadino del Pd guidato da Teresa Nannarone alla presidenza e da Franco Casciani alla segreteria “è stato seduto lui, e non questa dirigenza del Pd. Ricordiamo ancora che oggi, uscito lui, in Regione è entrata la moglie. A proposito di sanità regionale collassata”. E il circolo cittadino del Pd non risparmia critiche ai metodi di scelta dei collaboratori dello stesso ex assessore. Si inizia con il sindaco Casini che “prima di essere messa a Palazzo San Francesco a devastare una città” incalza il Pd “era stata assunta nel suo staff in Regione. Stesso excursus per il “volontario” Zavarella, precedentemente suo portaborse in Regione, messo prima a presiedere il Consorzio e poi in giunta al Comune. Lugi di Loreto, già collega di studio, assunto sempre in Regione durante il suo assessorato, scelto per dirigere la Saca”. Pioggia di critiche anche sul rapporto tra Gerosolimo e l’avvocato Vincenzo Margiotta ex amministratore unico di Cogesa Spa “al quale però, dopo le disavventure giudiziarie” aggiunge il Pd “non ha più espresso né fratellanza né stima né fiducia. Forse perché ha sospeso 9 graduatorie già approvate e 5 concorsi dove, tra gli altri, risultavano in graduatoria proprio alcuni suoi colleghi di studio, fraterni amici e figli di fraterni amici ???”.
Non manca un riferimento all’ex assessore comunale Stefano Mariani la cui moglie è stata assunta in una cooperativa che lavora per il Comune e lo stesso Mariani è stato costretto alle dimissioni.
La risposta del sindaco Casini non si è fatta attendere. "Non rispondo al Pd, partito che rispetto” afferma il primo cittadino “ma a quei pochi che si contano sulle dita di una mano e che oggi a Sulmona dicono di rappresentarlo”. E segue un excursus della sua attività professionale: fondatrice e presidente della Cooperativa Horizon Service tuttora operante, fondatrice e amministratrice società Lynx Srl agenzia per lo sviluppo territoriale, docente in vari corsi di formazione e progettista per finanziamenti pubblici, coordinatrice  progetto europeo, tanto per citare alcune tappe professionali “sempre a supporto delle istituzioni” sottolinea “ne è prova il mio curriculum che taluni pseudoleader locali del Pd dovrebbero leggere prima di insistere, con spudoratezza ed ignoranza, a denigrare istituzioni e persone. Dovrebbero piuttosto occuparsi di difendere la città e questo territorio anche attraverso i loro rappresentanti regionali e nazionali, peraltro forza di Governo, e farsi promotori di proposte costruttive e di coesione locale, visto il momento drammatico che si sta attraversando”.
“L’Amministrazione che ho l’onore e l’onere di guidare, vista la grave situazione del nostro territorio, ha invece ben altro da fare che occuparsi di una campagna elettorale in cui comunque” riprende “ci sarà occasione per fare chiarezza sul nostro operato al servizio della città. E sarà anche l’occasione per gli esponenti del Pd locale di presentarsi agli elettori per rendere conto del loro operato quando hanno rivestito nel recente passato importanti incarichi istituzionali ricoprendo i quali non mi sembra abbiano brillato e conseguito risultati da ricordare a beneficio della città. D’altronde una politica fatta a colpi di illazioni e velini sparsi ovunque sono convinta amaramente che non potrà mai produrrà nulla di utile per la comunità cittadina e l’intero territorio Peligno".


postato il 5/11/2020 alle ore 13:45

Share
Ci sono 2973 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo