CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

29983Sulmona

Covid-19, Sanità tra luci e ombre

L’assessore Verì annuncia l’arrivo di 29 milioni di euro per la rete ospedaliera Coronavirus, per la Asl 1 pronti 5 milioni di euro. Contagi a 170 in Centro Abruzzo, Sbic: “Siamo preoccupati per la scarsa considerazione per il potenziamento dei servizi”

Documento senza titolo

Frenano i contagi, al momento, sul territorio che si attesta a 170 casi in Centro Abruzzo e 88 a Sulmona. Il settore della sanità resta però tra luci e ombre. L’assessore regionale Nicoletta Verì ha annunciato l’arrivo di 29 milioni di euro per il piano per la rete ospedaliera Covid prevede investimenti per 29 milioni di euro.  Nel dettaglio, alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti vengono assegnati fondi per circa 5 milioni e mezzo di euro per la realizzazione di 18 posti di terapia intensiva e 26 di semi-intensiva al policlinico di Chieti; alla Asl di Teramo circa 4 milioni e mezzo di euro per 14 posti di intensiva e 21 di semi-intensiva nell’ala dell’ex sanatorio dell’ospedale di Teramo, oltre ad altri 2 posti di intensiva all’interno dell’ospedale Mazzini; circa 5 milioni di euro andranno alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, per 8 posti di intensiva e 15 di semi-intensiva al San Salvatore dell’Aquila, e per 8 posti di intensiva e 6 di semi-intensiva all’ospedale di Avezzano; 2 milioni di euro, infine, per la Asl di Pescara per 16 posti di intensiva e 24 di semi-intensiva al Covid hospital. “Adesso – conclude l’assessore – attendiamo con fiducia la conclusione dell’iter burocratico per l’erogazione delle somme, così da concludere in tempi stretti la realizzazione delle opere, molte delle quali sono comunque già state eseguite dalle Asl, che ora dovranno essere ristorate dei fondi utilizzati”. 
Ma Sulmona Bene in Comune ha rimarcato la propria preoccupazione “ per la scarsa considerazione che viene dimostrata rispetto alle richieste di potenziamento dei servizi che il Sindaco di Sulmona ha avanzato”. Sbic ricorda però che il Sindaco Annamaria Casini e la sua maggioranza hanno dato il via in Consiglio Comunale alla declassificazione dell’Ospedale di Sulmona. “E a proposito di politiche sanitarie” concludono da Sbic “vorremmo capire fin d’ora come viene declinata in Regione Abruzzo e  in Valle Peligna la scelta di puntare sulla medicina di territorio, quali iniziative l’Amministrazione Comunale di Sulmona ha in programma per ascoltare le necessità e le proposte dei medici di base e delle strutture territoriali.  La Salute è bene comune e la politica deve risposte certe e concordate con la popolazione”.


postato il 13/9/2020 alle ore 10:23

Share
Ci sono 15928 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo