CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

30327Sulmona

Due femminicidi nella giornata contro la violenza di genere

Le donne sono state uccise per mano dei loro partner, l’assessore Quaresimale: “Incrementare educazione nei giovani”. Panei (Pd): “Rispettiamo la libertà femminile”

Documento senza titolo

Non si ferma la violenza sulle donne. Neanche il 25 novembre, giornata Internazionale contro la violenza di genere. Oggi Due donne sono state uccise a coltellate dai loro partner, nel Veneto e in Calabria, Un uomo di 40 anni ha ucciso la moglie con una coltellata al petto a Cadoneghe, in provincia di Padova.  L'omicida si chiama Jennati Abdefettah, ha 40 anni, è marocchino e fa il magazziniere. I tre figli che abitavano con la coppia sono stati affidati a un'amica della madre che abitava vicino a loro. A chiamare i carabinieri è stato proprio l'omicida nella notte. In Calabria, un uomo è stato sottoposto a fermo del pm perché ritenuto l'autore dell'omicidio della donna di 51 anni il cui cadavere è stato trovato nascosto tra gli scogli a Stalettì, sulla costa ionica catanzarese. Si tratta di un 36enne di Badolato che, secondo le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro e della Compagnia di Soverato aveva una relazione extraconiugale con la donna. 
«La violenza verso le donne è una emergenza quotidiana, presente in ogni strato della nostra società. E lo è a maggior ragione oggi che il Covid-19 costringe le donne vittime di maltrattamenti, fisici o psicologici, a stare chiuse in casa. Occorre pertanto incrementare la prevenzione e l'educazione soprattutto nelle fasce giovanili». Lo afferma l'Assessore alle Politiche sociali e all'istruzione, Pietro Quaresimale, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. «La violenza è il frutto di un albero malato che affonda le radici nella cultura della disparità, del possesso e della oggettivazione della donna; oggi - prosegue ancora l'Assessore - è necessario ricucire un nuovo patto educativo, insieme alla famiglia, alle istituzioni e a tutti gli altri attori sociali, perché venga rimessa al centro la persona. Siamo a lavoro insieme con l'assessorato alla sanità e alle pari opportunità affinché sia rafforzata la rete dei Centri antiviolenza presenti sul territorio intorno alla quale attivare nuove iniziative di prevenzione mirate a contrastare il fenomeno, che - conclude l'Assessore Quaresimale - ha assunto dimensioni importanti nella nostra società».
“Non vorremmo che fosse una celebrazione o una ricorrenza ma una data in cui rinnovare il patto di alleanza contro ogni forma di violenza e di discriminazione di genere perché la violenza contro le donne non è un problema del singolo, un malato da curare o preda di un raptus, ma è un fenomeno strutturale che ha radici culturali profonde - dichiara Lorenza Panei , portavoce della conferenza regionale donne dem . Oggi ancora di più, nel contesto di emergenza sanitaria ed economica, la violenza diventa l’esito estremo di diseguaglianze e di discriminazioni di genere che il COVID può alimentare”.   Il 75% in piu' di chiamate al 1522, il numero gratuito antiviolenza e stalking attivo 24h su 24h , durante la prima fase di lockdown rispetto agli stessi mesi del 2019 , e' un dato che ci deve far riflettere. Molte donne perdono il lavoro e la mancanza di sicurezza economica e di una rete di relazioni le espone ancora di più al rischio della violenza. “Per questo invitiamo la Giunta regionale   a porre attenzione al fenomeno della violenza sulle donne” aggiunge “a riprendere presto il percorso mirato a rafforzare case rifugio e centri antiviolenza e ad assicurare formazione professionale ed incentivi per l’occupazione delle donne vittime per aiutarle  a fuoriuscire dalla violenza. La Conferenza Regionale Donne Dem rimarca l'importanza dell'educazione di genere e la necessita' di adottare iniziative volte a contrastare l'abuso del corpo femminile, da un lato, e a dedicare maggiore attenzione all'uso del linguaggio, dall'altro.  La violenza si combatte rispettando la liberta' femminile”.


postato il 25/11/2020 alle ore 12:22

Share
Ci sono 16331 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo