CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

29701Sulmona

Operazione anti-camorra: un arresto in Valle Peligna

L’uomo è un 38enne, originario di Napoli, ma si occupava di attività di ristorazione a Campo di Giove

Documento senza titolo

È arrivata anche in Valle Peligna la maxi-operazione antica-camorra della coordinata dai militari del Nucleo Speciale Polizia Valutaria della Guardia di Finanza e personale della Squadra Mobile di Roma, con il supporto di altre unità operative del Corpo e della Polizia di Stato. In manette è finito L. D’.A., un 38 enne di Napoli ma da qualche anno trasferitosi in una località turistica della Valle Peligna. L’uomo gestiva una cornetteria a Campo di Giove per poi dedicarsi ad una attività di ristorazione. Quanto basta per constatare che “affari” di tale portata non sono poi così lontani dal territorio peligno e dal Centro Abruzzo in generale. L’uomo, che non risiede in paese, è agli arresti domiciliari. Gli indagati dell’inchiesta sono ritenuti responsabili, a vario titolo e in concorso, di estorsione, usura, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio, autoriciclaggio e reimpiego di proventi illeciti, con l’aggravante di aver agito con metodo mafioso agevolando la galassia criminale della camorra campana. Sedici le persone arrestate e sono stati messi in atto sequestri preventivi per un valore di 15 milioni di euro, con perquisizioni eseguite nelle province di Roma, Napoli, Verona, Frosinone e L’Aquila.

postato il 8/7/2020 alle ore 13:31

Share
Ci sono 15688 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo