CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

31883Sulmona

Due appartamenti comunali per le donne vittime di violenza

Dopo l’annuncio dell’assessore D’Andrea alla tre giorni “Amori Rubati” arriva l’ufficialità: lunedì il provvedimento sarà pubblicato ’

Documento senza titolo

L’annuncio era stato nell’ambito dell’ultimo appuntamento, il 25 novembre, della Tre giorni “Amori rubati”, organizzata dal teatro Maria Caniglia, dall’assessore alle Politiche Sociali Attilio D’Andrea, ora arriva l’ufficialità con la pubblicazione, lunedì, del provvedimento. Due appartamenti del patrimonio del Comune di Sulmona saranno riservati alle donne vittime di violenza e ai loro figli minori, come aiuto al loro percorso di rinascita. Un’azione concreta che l’Amministrazione ha programmato  per sostenere le vittime di maltrattamenti domestici. E’ la prima volta che il Comune di Sulmona interviene in maniera strutturata sulla problematica delle donne vittime di violenza che si trovano a  ricostruire un percorso di inserimento sociale e lavorativo e devono affrontare anche la problematica di individuare una soluzione alloggiativa.
   “All’indomani delle giornate in cui sono state numerosissime le manifestazioni volte a sensibilizzare la comunità sul fenomeno della violenza delle donne” afferma D’Andrea “sono molto soddisfatto di questa iniziativa che, in accordo con il Sindaco  ed i colleghi della Giunta, abbiamo portato avanti con grande determinazione, in quanto rappresenta un aiuto concreto alle donne vittime di violenza. Queste iniziative, assieme al Codice Rosso, al Reddito di Libertà e la Parità Salariale, dimostrano che le istituzioni lavorano su un percorso dove di strada da fare ce ne è ancora molta.  Desidero ringraziare il Dirigente del 1° Settore e i funzionari dell’Ufficio Sicurezza Sociale che si sono messi a lavoro con entusiasmo e grande sensibilità, redigendo gli atti necessari in brevissimo tempo. Un primo passo che vuole essere un segnale importante verso altre azioni affinchè ci sia un faro costantemente accesso verso un fenomeno cosi dilagante e preoccupante che mina la vita di tante donne e dei propri figli”.


postato il 27/11/2021 alle ore 13:28

Share
Ci sono 17657 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo