CRONACA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

23117Pratola Peligna

Dalla Sicilia a Torino: viaggio in Italia in groppa a un asino

Nicola Winkler protagonista dell'inconsueta avventura è arrivato in Valle Peligna. "Sto conoscendo l'Italia, quella vera"

Documento senza titolo

Dalla Sicilia a Torino in groppa a un asino, con al seguito soltanto l'essenziale e la voglia di conoscere l'Italia. Quella vera, fatta di ospitalità, sorrisi e strette di mano. Protagonista dell'insolito viaggio, cominciato il 1 maggio e che dovrebbe terminare il prossimo 25 dicembre, è il torinese Nicola Winkler, studente del Dams (il corso di studi dedicato alle arti, musica e spettacolo) che in questi giorni è arrivato in Valle Peligna con il suo Fefe' un docile asinello bruno. Vent'anni, fisico atletico, sguardo intelligente e una consapevolezza rara per la giovane età. Incontriamo Nicola nella Casina Italica, lo storico agriturismo blasonato come museo archeologico per i reperti che custodisce, la struttura è stata disponibile ad accogliere il giovane e il suo asinello. Perché il viaggio di Nicola è fatto di attimi e di porte aperte. All'ingresso ci accoglie lo scodinzolare di uno stupendo esemplare di pastore abruzzese e il sorriso di Salvatore Margiotta il titolare della struttura che si è messo subito a disposizione per far sentire Nicola a casa. Seduti, di fronte a un fresco bicchiere di prosecco, Nicola ci racconta del suo viaggio. Alla ricerca dell'Italia. "150 di unità d'Italia davvero non si avvertono" esordisce "basta percorrere pochi chilometri e cambiano paesaggi, dialetti e storia". A proposito di storia, Margiotta interviene e spiega a Nicola che a Corfinio, poco distante da noi, è nata l'Italia. "Mi convinco sempre più" aggiunge il giovane torinese "che l'uomo deve vivere in piccole comunità. La grande città crea un nuovo disegno micidiale, spersonalizza l'individuo, crea diseguaglianze e causa malattie sociali". Nicola ha con sé una telecamera, perché dal suo inconsueto viaggio sarà realizzato un documentario. "Dopo questo viaggio" sottolinea "sarò davvero in grado di parlare dell' Italia. L'Abruzzo è una terra straordinaria, la terra dei tratturi, della pastorizia, culla di storia e civiltà". Terra di arte e di cultura. Nicola conosce Ovidio e le sue opere. La storia del brigantaggio. Domenica suo padre lo raggiungerà. -Winkler non è un cognome proprio torinese- osserviamo. "La famiglia di mio padre è di origine austriaca emigrata in sud America" racconta "poi nei decenni scorsi tornò in Italia, a Torino". Il giovane è molto legato alla famiglia. "I miei genitori e i miei amici hanno sostenuto da subito la mia iniziativa" aggiunge. Un viaggio che ha conosciuto anche esperienze negative. A maggio, in Sicilia, a pochi giorni dalla partenza, il 20enne era ospite di un casale insieme ad altri giovani quando il suo asino è stato avvelenato e il gruppo è stato derubato. Ma ciò non ha fatto perdere a Nicola l'entusiasmo, il ragazzo si è procurato un altro asinello, Fefe', e ha ripreso il cammino. "L'asino è un animale che va rivalutato. E' stato sempre vicino all'uomo e lo ha aiutato nei lavori. Sono partito con il desiderio di conoscere l'Italia" conclude "e sto conoscendo l'Italia vera. Un Paese straordinario dove è nata la civiltà". Si fa sera, ci congediamo. Nicola deve riposarsi. Ci saluta con una forte stretta di mano e ci ringrazia. Buona vita. Di questo incontro resterà l'insegnamento dell'autenticità delle cose semplici. Dei veri valori dell'esistenza. "Ho girato il mondo anche per lavoro" ci dice Margiotta salutandoci "ma dopo tanto girovagare ti rendi conto che quando stai bene con te stesso non ti manca nulla. Qui in campagna, con le mie montagne io sono felice". E stasera anche il Morrone non soffre più. Si vedono le ferite ma il fuoco non c'è più. Prendiamo la via di casa. Nel cuore una nuova consapevolezza. Le nuove generazioni, native digitali e a cavallo delle varie crisi, hanno sviluppato un inaspettato senso di identità. E il futuro si tinge di nuova speranza.
(nella foto: Nicola Winkler al centro, Margiotta a destra e a sinistra un amico di Margiotta)


postato il 6/9/2017 alle ore 22:45

Share
Ci sono 10353 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo