CHI VA

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

17457

Maschere e mascherine



Documento senza titolo

Due piccioncini con una fava: la senatrice Stefania Pezzopane e il suo fidanzato Simone Coccia Colaiuti saranno le due “star” del Carnevale sulmonese. Lei in qualità di presidente della giuria della Mascherina d'Argento, lui come testimonial della stessa manifestazione. Tra una passerella e l'altra, tra un bacino dalla D'Urso e una lacrimuccia ad Invasioni Barbariche, la coppia più innamorata del momento, e più amata dai mass media, non poteva non fare tappa nella città dell'amore, tanto più che domenica prossima (15 febbraio), il Carnevale cadrà a ridosso di San Valentino.
Nulla di male, per carità, non siamo di quelli che hanno gridato allo scandalo, né che hanno sfoderato l'ipocrita perbenismo che ha speculato sulla differenza di età o peggio di altezza o avvenenza. Però.
Però, c'è che Stefania Pezzopane non si capisce perché sia finita nella giuria della kermesse carnevalesca, a meno che abbia doti da costumista a noi sconosciute, magari “rubate” dal trucco e parrucco delle numerose trasmissioni televisive che ha frequentato negli ultimi mesi. E c'è, soprattutto, che il suo boy friend verrà al seguito di un'agenzia, la Venus Entertainment, che per pagare i suoi artisti al teatro Caniglia, riceverà dal Comune di Sulmona 4 mila e 800 euro. Che visti i contributi alla cultura elargiti (si fa per dire) dal Comune finora, è una signora cifra.
“Ma lui lo farà gratis – ha detto la Pezzopane – e anche se lo facesse per soldi non vedo il problema: è il suo lavoro”. Già è il suo lavoro che lei, la senatrice, segue con interesse e trasporto. Come lui, d'altronde, fa con lei. Sì perché “la coppia più bella del mondo”, che, giustamente e coraggiosamente ha fatto della propria storia una crociata in difesa dell'amore senza barriere e pregiudizi, è tanto inseparabile, da non aver risparmiato, venerdì scorso, neanche i pazienti dell'ospedale di Sulmona.
Così mentre Stefania la senatrice faceva il giro di Pediatria per accertarsi dello stato comatoso del Punto Nascita, Simone l'ex tronista, torneggiava al suo seguito tra ecografi e lettini, con tanto di agente, a testimoniare il suo interesse per il futuro della sanità abruzzese.
Ma come si dice: a Carnevale ogni scherzo vale.

Grizzly


postato il 7/2/2015

Share
Ci sono 316 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo