di Chiara Buccini

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

24649

Editoriale

Il nuovo numero di Zac arriva in edicola proprio nel pieno della Settimana Santa. Un momento significativo e che, tra il sacro e il profano, avvia anche la stagione turistica in città e nel circondario. I riti di Pasqua, soprattutto a Sulmona, richiamano turisti da ogni parte d’Italia e non mancano turisti stranieri. Un banco di prova fondamentale in cui, ogni anno, il territorio dovrebbe dimostrare di essere all’altezza. E non soltanto in termini di strutture ricettive, manifestazioni e proposte culturali. L’accoglienza non è un onere che riguarda soltanto gli addetti ai lavori. L’accoglienza è nella disponibilità, nel sorriso, nelle buone maniere di tutti. L’accoglienza è anche quell’arte che invita a tornare in un determinato luogo. E non è qualcosa che dipende solo da amministratori, operatori turistici e commercianti. Dipende da ognuno di noi. Se alcune zone d’Italia, nonostante un esiguo patrimonio paesaggistico e artistico, hanno fatto del turismo e dell’accoglienza la loro attività principale un motivo ci sarà. Quello che stiamo vivendo è forse il periodo dell’anno più carico di aspettative e di buoni propositi. E’ la primavera intorno e dentro di noi che spinge a essere migliori, positivi, ad avere un approccio diverso con il mondo. In questo nuovo numero di Zac i lettori potranno trovare chiavi di lettura positive per interpretare le diverse notizie perché anche la positività è un impegno da coltivare ogni giorno. La Redazione augura ai lettori una felice Pasqua attraverso le parole dello scrittore Erri De Luca. “Allora sia Pasqua piena per voi che fabbricate passaggi dove ci sono muri e sbarramenti, per voi apertori di brecce, saltatori di ostacoli, corrieri a ogni costo, atleti della parola pace”.

postato il 29/3/2018 alle ore 22:17

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 61 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 417 letture