di Chiara Buccini

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

24064

Editoriale

Secondo gli astrologi il 2018 sarà l’anno dell’introspezione e della crescita interiore. Per lo zodiaco cinese, per cui il nuovo anno comincerà il prossimo 16 febbraio 2018 e si concluderà il 4 febbraio 2019, sarà l’anno del cane e della terra. Un anno che sembrerebbe proficuo per realizzare progetti importanti. Per noi l’elemento fondamentale è che l’anno appena cominciato ci abbia trovato migliori e che i dodici mesi che abbiamo di fronte rappresentino un percorso di crescita e di evoluzione professionale e personale. La fine e l’inizio di un anno è da sempre un momento che rappresenta un passaggio, una fase di cambiamento. Il 2018 sarà, a nostro avviso, per il territorio un anno di sfide da vincere per ripartire. La vicenda della centrale Snam, il piano di riordino della sanità regionale, l’approvazione della Legge sul Bimillenario Ovidiano. Un appuntamento, quest’ultimo, lungo un anno e oltre che, auspichiamo, lasci una eredità duratura. E poi la sfida più importante: quella sull’occupazione, che non può più essere rinviata. Denis Waitley, scrittore, conferenziere ma soprattutto e consulente per il potenziamento delle prestazioni umane, in uno dei suoi scritti esorta: “Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle”. Il nostro augurio per il 2018 è che la città e il territorio si assumano la responsabilità di cambiare. Di invertire la rotta. Dare una svolta. Perché tutto non si riduca, sempre e comunque, a una continua campagna elettorale fatta di promesse e annunci a spese dei cittadini, soprattutto di chi vive e lavora nelle aree più disagiate dell’Italia. A proposito, il prossimo 4 marzo si vota per le elezioni politiche. La campagna elettorale è aperta. Ancora una volta.

postato il 5/1/2018 alle ore 9:14

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 61 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 504 letture