di Chiara Buccini

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

23301

Editoriale

“La vita ha due doni preziosi: la bellezza e la verità. La prima l’ho trovata nel cuore di chi ama e la seconda nella mano di chi lavora”. Sono le parole di Khalil Gibran, poeta, pittore e filosofo libanese naturalizzato statunitense, a far riflettere sul significato del lavoro e sull’importanza del lavoro stesso. Lavoratori in difficoltà, lavoratori che nonostante tutto si adoperano per alleviare le difficoltà altrui, lavoratori che amano il proprio lavoro anche se questo, talvolta, non è riconosciuto. Nella Asl 1 Sulmona-Avezzano-L’Aquila i dipendenti sono da settimane in stato di agitazione, per svariate carenze all’interno dell’azienda sanitaria ma soprattutto per la mancanza di personale. Situazione che li costringe a turni massacranti e ha determinato, in estate, l’accorpamento dei reparti. Eppure, al di là dei luoghi comuni, il personale medico e paramedico non si sottrae al proprio dovere, anzi. L’ospedale cittadino è da anni al centro di tagli ai servizi e ai posti letto ma è anche vero che, in molti casi, sono stati, in passato, gli stessi utenti a svilire la struttura. Decidendo di andare altrove, anche per servizi sanitari banali. Anche per partorire. Contribuendo a determinare una situazione che mette tutt’ora a rischio la permanenza del Punto Nascita. Ma questa è un’altra storia. E poi ci sono le tute blu della Magneti Marelli che, pur di garantire gli standard di produzione e mantenere il posto di lavoro, stanno sopportando condizioni di lavoro a dir poco pesanti. In questo particolare momento storico in cui non è soltanto cambiato il mercato del lavoro ma il modo stesso di concepire il lavoro, è opportuno non perdere di vista il lavoratore. Perché la mano che lavora deve continuare a essere considerata con rispetto e dignità. Senza nessuna distinzione. Camici bianchi e tute blu.

postato il 28/9/2017 alle ore 23:23

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 61 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 571 letture