di Chiara Buccini

Zac7 - Il giornale del Centro Abruzzo

22817

Editoriale

Cosa è la follia? Che cosa è la diversità? Cosa è la normalità? Alda Merini, straordinaria poetessa e intellettuale che, a causa delle "ombre della sua mente", conobbe il manicomio e l'isolamento, ammonisce: "Chi decide chi è normale? La normalità è una invenzione di chi è privo di fantasia". E, in questi giorni, abbiamo avuto la conferma che, talvolta, proprio nella diversità, nella follia, si cela lo straordinario, l'uscita di sicurezza da una situazione che, altrimenti, sarebbe soltanto buio e tristezza. La Compagnia del teatro In-stabile, composta da alcuni ospiti della comunità terapeutica per malati psichiatrici di Anversa degli Abruzzi, ha ottenuto il premio, come miglior attore, nel Festival teatrale "Il Giullare" di Trani. Un successo inaspettato ma meritato. Senza ombra di dubbio. Perché lo spettacolo "I 4 giorni di Mercuzio" mette in scena la vita, con tutte le sue contraddizioni, delusioni, malesseri ma anche sogni e gioie quotidiane. E pone interrogativi per niente scontati. Per questo il risultato raggiunto dagli inconsueti attori a Trani rappresenta un vanto per un intero territorio, che si dimostra in grado di esprimere eccellenze in svariati settori e in grado di accogliere e accompagnare persone che attraversano un periodo complicato dell'esistenza. Rappresenta anche un insegnamento per tutti a non avere paura del diverso, o quello che si ritiene tale, e ad aprirci al mondo. Perché spesso le più grandi soddisfazioni sono il risultato di situazioni difficili, di tempeste attraversate a denti stretti. E il segreto sta proprio nell'accogliere lo stupore della vita. Come i giovani della comunità terapeutica che, grazie a medici e operatori con professionalità fuori dal comune, cercano di ritrovare la loro strada dopo la tempesta. Perché, in fondo, c'è un Mercuzio in ognuno di noi.

postato il 27/7/2017 alle ore 22:47

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 61 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 505 letture