CHI VIENE

17112

Praesidium corsaro a Barolo



Era l’unico vino abruzzese, il Montepulciano d’Abruzzo Riserva 2009 della cantina Praesidium di Prezza di Enzo Pasquale, a rappresentare la produzione enologica della regione. La manifestazione è denominata “Vini Corsari” e si è svolta lo scorso fine settimana presso il castello Falletti di Barolo, in Piemonte. La rassegna ospitava un vino scelto in ogni regione d’Italia, ma anche produzioni selezionate di altri Paesi europei: Francia, Austria, Germania e Portogallo. Un altro ennesimo riconoscimento per la produzione della casa vinicola prezzana, in quello che è uno dei templi dell’enologia in Italia, Barolo appunto. «Non è stata una gara – spiega Enzo Pasquale – ma una vera propria full immersion nell’eccellenza della produzione vinicola europea, con la presenza di un pubblico proveniente da diversi Stati, competente ed interessato». Il riconoscimento della rassegna piemontese giunge dopo la classifica della Guida l’Espresso che ha certificato come il Riserva 2009 di Praesidium sia da considerare il miglio Montepulciano della regione e tra i primi in Italia. Al successo di Enzo Pasquale e della sua famiglia (con lui i figli e la moglie che lo hanno accompagnato sia al ritiro del riconoscimento dell’Espresso, a Firenze, alla Leopolda, e sia a Barolo) si aggiunge il lavoro di promozione svolto dalla casa vinicola Pietrantonj di Vittorito. Sabato scorso, infatti, il Corriere della Sera ha dedicato al centro peligno una intera pagina. Iniziativa promossa da Alice Pietrantonj, che dirige con la sorella Roberta la famosa cantina. Nel pezzo, le caratteristiche salienti del vino prodotto da Pietrantonj, ma anche un compendio delle attrattive turistiche del territorio circostante. «Sono tornata a Vittorito – dice nell’intervista la giovane produttrice – perché credo nelle potenzialità del territorio, perché solo in un ambiente come questo possono nascere vini dalle caratteristiche assolutamente originali come i nostri». Praesidium e Pietrantonj, quindi, due eccellenze del nostro territorio che lanciano fuori da queste montagne una immagine positiva e non rassegnata. Protagonisti i giovani. Perché anche Praesidium è ormai nelle mani di Ottaviano Pasquale, figlio di Enzo, e della sorella, che hanno scelto di impegnare le conoscenze acquisite in anni di studio in altre parti d’Italia nell’azienda di famiglia. Portando un nuovo spirito imprenditoriale, conoscenza del mercato, cultura. C’è una vitalità nuova in questo territorio, soprattutto nelle aree più “marginali”, perché la crisi ha indicato alle nuove generazioni la via dell’impegno “local”. Sarebbe opportuno che chi ha responsabilità di governo trovi il tempo di visitare queste realtà “periferiche”, anziché impegnare il tempo, che è sempre prezioso, nelle occasioni “ufficiali”che si rivelano sempre più accademiche e spesso inconcludenti. grizzly

postato il 13/12/2014

Share
Commenti
Non sei autenticato. Se vuoi fare un commento devi fare il Login



 

Ci sono 311 articoli in questa categoria. Leggi gli altri prossimo 1334 letture



La lista completa degli articoli di ZAC7 in edicola